Uccidono un altro capo indigeno contadino in Guatemala, il secondo in due giorni

da www.eldiaro.es
10 maggio 2018
Uccidono un altro capo indigeno contadino in Guatemala, il secondo in due giorni

Il Comitato Contadino dell’Altipiano del Guatemala oggi ha condannato l’assassinio del suo leader José Can Xol, il secondo contadino indigeno assassinato negli ultimi due giorni.
Il comitato ha detto che giovedì mattina Can Xol è stato ucciso con un’arma da fuoco a Choctún Basilá, un villaggio nel dipartimento di Alta Verapaz.
Questo è il secondo omicidio di un leader contadino indigeno questa settimana, dopo che ieri, mercoledì, uno dei leader del Comitato per lo sviluppo dei contadini, Luis Arturo Marroquín, è stato assassinato.
Marroquin, 47, difensore dei diritti umani e membro del nucleo della leadership del Comitato, è stato “vile” ucciso Mercoledì alle 9.00 ora locale (15.00 GMT), dopo aver ricevuto “diverse ferite da proiettile nella parte posteriore”.
Presumibilmente, una macchina nera lo seguiva da quando ha lasciato Jalapa su un autobus pubblico e l’arrivo al San Luis Jilotepeque giù da trasporto per fare copie di un documento in una raccolta dal parco centrale, dove è stato assassinato “due uomini” con la faccia coperto.
Marroquín, lasciando cinque bambini orfani, era il coordinatore organizzativo e politico per la regione orientale del paese nel Comitato e le principali lotte erano la difesa dei diritti umani, l’accesso alla terra, i diritti del lavoro, la difesa del territorio e il requisito per la nazionalizzazione di servizi e beni privatizzati.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *